Home News La villa perduta del grande compositore Gioacchino Rossini

La villa perduta del grande compositore Gioacchino Rossini

E-mail Stampa PDF

A Madonna di Castenaso, lungo la via Montanara e all'angolo con via Fiumana Destra, sorge il Santuario della Vergine del Pilar. Il Collegio di Spagna aveva varie proprietà terriere in questa zona e il Rettore decise di intitolare la chiesa alla Vergine adorata a Saragozza. Qui, il 16 marzo 1822 vennero a nozze il grande compositore Gioacchino Rossini e Isabella Colbrán, famosa mezzosoprano. La villa di campagna in cui trascorsero periodi estivi per dieci anni era situata poco lontano dal Santuario. Nel 1812/1813 Juan Colbrán la acquistò dal Collegio di Spagna e la lasciò poi in eredità a Isabella, che vi abitò fino alla morte nel 1845, ormai separata dal campositore. La villa fu poi successivamente venduta nel 1851 e poi completamente distrutta da un incendio durante la Seconda Guerra Mondiale. Affiora dai campi solo un pozzetto e tra i rovi vi sono i resti dei pilastri d’ingresso e della cancellata di ferro.

Villa Rossini Castenaso

Villa Rossini Castenaso
 
Come era la villa (Fonte profilo twitter Real Colegio di Spagna)
Ultimo aggiornamento Mercoledì 05 Gennaio 2022 14:47